In questi giorni ho avuto modo di testare un altro giocattolino, un single board computer low cost con CPU Intel x86 che ho acquistato a $35 (+ spedizione) da Amazon US.

Mi sono subito innamorato di questa Atomic Pi e ne propongo una setup guide e una piccola recensione attraverso diversi casi d’uso. Ne ho individuati alcuni in cui può risultare un’alternativa migliore al Raspberry Pi.

Continua a leggere

Raccolgo in questo articolo i passi da me seguiti per installare ed ottimizzare Dark Souls: Prepare to Die Edition sul mio Thinkpad X230 (CPU: i5-3320M, GPU: HD4000) con Linux, che di certo non è una macchina da gaming e non è nemmeno un PC recente. Si noti che completato con successo la procedura su diverse distro, nello specifico Debian, Ubuntu, Arch.

Continua a leggere

OctoPrint è un software simile ai noti Pronterface, Cura o Repetier-Host, nel senso che permette di inviare comandi alla stampante e di avviare stampe. La differenza sta nell’interfaccia grafica che, anzichè essere eseguita in una normale finestra, essa è costruita come una applicazione web, accessibile via browser. Il vantaggio è che è possibile accedervi da più dispositivi, smartphone compresi e senza fili.

Continua a leggere

Questo articolo introduce all’uso di Blink, un framework che permette di programmare, comandare e monitorare progetti Arduino attraverso internet, il tutto senza scrivere una riga di codice.

Come board ho scelto la Wemos D1 mini, basata su ESP8266. Una soluzione molto più economica (€3-4), piccola e semplice, di un Arduino Yun o Uno con shield WiFi.

Continua a leggere

Le Google Applications (o GAPPS), comunemente preinstallate in quasi tutti gli smartphone Android oltre a permettere di usufruire di molti dei servizi Google (tra cui il Play Store), costituiscono delle dipendenze necessarie all’esecuzione di molte delle più comuni app Android.

Il progetto microG mira a fornire un sostituto opensource alle funzionalità offerte dalle GAPPS.

Continua a leggere