2014

In un articolo precedente ho illustrato la possibilità di sostituire l’Arduino con un microcontroller Atmel ATMEGA328P-PU. In quello stesso articolo, spiegavo come le altri componenti elettriche presenti sulla board Arduino sono funzionali al buon funzionamento del microcontroller.

Uno degli aspetti più importanti di quando si utilizza un microcontroller stand-alone, ovvero non inserito in una board preconfezionata, come l’Arduino, è la pulizia dell’alimentazione.

Continua a leggere

L’Arduino è il compagno ideale per chi vuole sperimentare con l’elettronica, tuttavia arriva il momento in cui si desidera realizzare un prototipo definitivo, un prodotto finito da non assemblare-disassemblare più. In questi casi, lasciare che il prototipo includa una board Arduino – originale o compatibile che sia – può essere poco conveniente, sia da punto di vista economico, sia dal punto di vista dello spazio occupato.

Continua a leggere

Dopo 12 giorni di attesa (per problemi tecnici con lo store ufficiale) finalmente è arrivato a casa fra le mani di un corriere GLS. Galeotto fu un articolo su leganerd che mi ha mostrato che la robotica, che repotavo essere un mondo misterioso e irraggiungibile, è alla portata di chiunque abbia un minimo di pazienza. Se poi a questo si aggiunge l’ispirazione opensource che muove il progetto Arduino, per me l’acquisto era inevitabile. Continua a leggere